Forex Trading Library

I Mercati Azionari Continuano A Trovare Acquirenti Sui Ribassi

0 301

DAX Fut. (DE30): Flessione Al Limite Dell’Inversione

S2: 14,521 S1: 14,817 R1: 15,554 R2: 15,995

DAX

Il DAX future recupera l’importante livello a 15,200 in chiusura di settimana, dopo aver proposto un minimo in area 14,700, seguito all’ennesimo fallimento rialzista su quota 15,800. Nessuna sostanziale modifica per l’impalcatura tecnica, con i sistemi ben allineati sul lato lungo del mercato, anche se qualche pressione è vista su TF intraday, laddove sono scattati segnali per veloci movimenti di scarico. I supporti di contenimento, violata quota 15,475, sono individuati tra 15,200 e 15,050, che intercetta più variabili di tipo spazio-puntuale. L’autoreferenza del movimento rialzista, parzialmente evaporata, induce a seguire le prossime evoluzioni focalizzando l’attenzione in chiave ribassista, poiché potrebbe far cedere di schianto l’impalcatura rialzista dai minimi del 2020, vista la contrazione della volatilità delle medie mobili di riferimento a breve e medio periodo, come si evince dall’indicatore posto sul grafico.

NASDAQ 100 Fut. (UT100): Trend Di Breve Ancora Negativo

S2: 14,037 S1: 14,399 R1: 15,261 R2: 15,761

NASDAQ

Il Nasdaq 100 future ha recuperato l’affondo ribassista di inizio ottava salendo anche oltre, andando a “pescare” dei DIP con metrica pari a 0.5 ST.DEV. rispetto alla regressione originata sui minimi del 2020. I flussi di vendite che l’hanno messo sotto pressione non hanno al momento scardinato l’assetto rialzista, che continua a mantenere la sua integrità. Queste pressioni sul lato corto del mercato, peraltro ben assorbite con logica di BUY on DIP, sono tese a drenare gli eccessi fin qui accumulati, oltreché a garantire un adeguato ricambio delle correnti operative. Nella peggiore delle ipotesi l’indice di riferimento dovrebbe mantenere una connotazione di sostanziale lateralità. A parità di condizione, cioè senza l’impatto di nuove variabili esterne alla struttura, il livello tecnico da considerare è visto al momento in area 14,400, considerato come supporto di transizione, sotto il quale potremmo assistere ad un vero e proprio sell-off. Al rialzo, invece, la resistenza più immediata è vista sa quota 15,270.

S&P500 Fut. (US500): Rimbalzo Sotto le Resistenze

S2: 4,146 S1: 4,245 R1: 4,457 R2: 4,570

SP500

L’S&P 500 Future ha registrato un lieve rialzo nel corso della settimana dopo essere inizialmente sceso verso il supporto a 4250, validato con un interessante “hammer”, dalle implicazioni positive. Quota 4,250 è un’area che è stata validata più volte e quindi ha senso ritenerla un’affidabile area di supporto dove il mercato si giocherà le sue “chance” di tenuta. Diversamente, se il supporto venisse violato, ci sarebbe concrete possibilità di andare a testare l’EMA a 50 settimane, fino al limite dei 4000 punti. A questo punto, sembra non sia cambiato molto, almeno fino a quando non si scenderà sotto quota 4000. A parità di condizioni, è lecito pensare che alla fine arriveremo ai nuovi massimi storici. Dinamica scarsamente condivisibile da una buona parte degli operatori che hanno già attivato posizioni “corte”, ma proprio per questo, proponibile.

Leave A Reply

Your email address will not be published.