Forex Trading Library

Equity Di Nuovo Al Rialzo Dopo Gli Utili Delle Banche USA

0 441

DAX Fut. (DE30): Reazione Rialzista Sui Riferimenti Regressivi

S2: 14,780 S1: 15,174 R1: 15,780 R2: 15,992

DAX

Il DAX future dopo aver recuperato quota 15,200, intercettata da importanti riferimenti regressivi, chiude la settimana con una buona espressione di forza, alimentando attese rialziste anche per quella entrante. Nessuna sostanziale modifica per l’impalcatura tecnica, con i sistemi ben allineati sul lato lungo del mercato, anche se qualche pressione è vista su TF intraday, laddove sono scattati segnali per veloci movimenti di scarico. I supporti di contenimento sono al momento visti 15,475, con un controllo esercitato tra quota 15,200 e 15,050, che intercetta più variabili di tipo spazio-puntuale. Questo scenario, puntellato in chiave rialzista, non induce a mollare la guardia, costringendo a seguire le prossime evoluzioni focalizzando l’attenzione sui livelli di supporto chiave, vista la contrazione della volatilità delle medie mobili di riferimento a breve e medio periodo, come si evince dall’indicatore posto sul grafico.

NASDAQ 100 Fut. (UT100): Reazione Sotto Le Prime Resistenze

S2: 14,395 S1: 14,765 R1: 15,324 R2: 15,514

NASDAQ

Il Nasdaq 100 future ha recuperato l’affondo ribassista, chiudendo la settimana appena conclusa con un ottimo spunto rialzista esauritosi a ridosso delle prime resistenza viste in area 15,250-15,300, con reazione intervenuta a 14,450, intercettata con metrica pari a 0.5 ST.DEV. rispetto alla regressione originata sui minimi del 2020 e con pressione sul lato corto del mercato ben assorbita con logica di BUY on DIP. A questo punto, nella peggiore delle ipotesi, l’indice di riferimento dovrebbe adesso mantenere una connotazione di sostanziale lateralità. A parità di condizione, cioè senza l’impatto di nuove variabili esterne alla struttura, il livello tecnico da considerare è visto al momento in area 14,400, considerato come supporto di transizione, sotto il quale potremmo assistere ad un vero e proprio sell-off. Al rialzo, invece, la resistenza più immediata è vista sa quota 15,270.

S&P500 Fut. (US500): Trend Sempre LONG

S2: 4,265 S1: 4,364 R1: 4,514 R2: 4,566

SP500

L’S&P 500 Fut ha aperto la settimana in moderata flessione, per poi invertire la tendenza in scia al rilascio delle prime trimestrali del settore bancario che avrebbe riportato utili più forti del previsto. Stando così le cose, il mercato si è girato e ha superato il livello di 4450, chiudendo sui massimi della settimana. Questo è un ottimo segnale ed alimenta concretamente le ipotesi su un recupero dei massimi segnati a 4,548 in tempi ragionevolmente brevi. Detto questo, il mercato continua a fornire una lettura rialzista, che verrebbe scardinata solo sotto quota 4,250. Discese sotto quest’ultimo livello farebbero emergere la forte attrattività di quota 4,000. Al rialzo quota 4,600 sembrerebbe il naturale approdo del movimento in atto, anche se l’attacco ai massimi a 4,548 farà emergere qualche turbolenza. L’equity USA sta proponendo un rialzo in ottica di lungo temine e questa impostazione per essere “rotta” ha bisogno di tempo e di una forte pressione dei venditori.

Leave A Reply

Your email address will not be published.