Forex Trading Library
EUR
$1.04
(+0.12%)
GBP
$1.20
(+1.25%)
AUD
$0.68
(+1.65%)
JPY
$0.01
(-0.41%)
TRY
$0.06
(+0.42%)
INR
$0.01
(-0.17%)
SGD
$0.72
(+0.26%)
MYR
$0.23
(-0.01%)
JOD
$1.41
(-0%)
KWD
$3.26
(+0.04%)
SAR
$0.27
(+0.02%)
AED
$0.27
(0%)
QAR
$0.27
(-0.05%)
OMR
$2.60
(-0.03%)
EGP
$0.05
(+0.01%)

Risk-On Ad Oltranza Sull’Equity, Ma Alto Rischio

0 367

EURCHF(EURCHF): Euro In Correzione Su CHF

S2: 1.084 S1: 1.0955 R1: 1.104 R2: 1.11

EURCHF

EURCHF è salito fino a 1.115 all’inizio di marzo, formando un massimo relativo per poi intraprendere una articolata fase correttiva che sembra puntare al supporto in area 1.09. Lo sviluppo attuale suggerisce che il modello di consolidamento è prossimo al suo completamento con una dinamica a tre ondate tipiche di un “double combo”. Al rialzo, la rottura della resistenza intermedia 1,0955 permetterebbe allunghi verso 1.104 confermando di fatto uno status rialzista. Al ribasso, invece, la violazione di quota 1,084 amplierebbe sicuramente il movimento discendente. Per confermare l’innesco di un’azione ribassista più profonda si dovrebbe verificare la rottura del minimo di febbraio a 1,077, con target implicito verso quota 1.05.

EURJPY(EURJPY): Euro Alla Ricerca Di Un Massimo Su JPY

S2: 132.5 S1: 132.88 R1: 133.88 R2: 134.5

EURJPY

L’importante progressione rialzista proposta sul finire della scorsa ottava EURJPY ha trovato uno stop in area 134.50 che ha respinto le quotazioni del cambio in modo composto e controllato. Un veloce recupero con eventuale rottura rialzista di questo importante livello provocherebbe boost con livello target in upside stimato appena sotto quota 135. Al ribasso, invece, quota 132.5 assume al momento garanzia di supporto e nel caso venisse meno implicherebbe nuovi drop verso area 130.7. Da valutare la componente ciclica, in fase di flesso superiore, pronta a riprendere la direzionalità ribassista.

EURUSD (EURUSD): Pausa Di Consolidamento Per l’Euro

S2: 1.2104 S1: 1.2124 R1: 1.224 R2: 1.23

EURUSD

La scorsa settimana EURUSD non è riuscito ad estendere il movimento in upside oltre quota 1.22, con compressione a ridosso dei primi supporti di breve in area 1.2125, mantenendo di fatto un assetto corretto. Sul lato positivo, la rottura di 1.22 riaffermerà lo status positivo per la valuta europea che potrebbe nuovamente attaccare i massimi più recenti a 1.227. Al ribasso invece una rottura del supporto intermedio a 1.2104 implicherebbe la formazione di un nuovo minimo verosimilmente posto in area 1.1997 dove peraltro incrocia la MM 55 giorni. Nel quadro a lungo termine, la tenuta della MM a 55 giorni è considerata un segno di volontà a mantenere il trend rialzista. Sempre su più ampie proiezioni, un recupero del cluster a 1.25 identificherebbe una rimappatura dell’assetto complessivo dai massimi assoluti a 1.604, con concrete possibilità di continuazione del rialzo. Ma quest’ultima considerazione deve essere validata e poi valutata.

Leave A Reply

Your email address will not be published.