Più Azionario Che Bond…Per Ora

0 433

GOLD (XAUUSD): Oro Si. Oro No. Per Ora Consolida

S2: 1,657     S1: 1,693      R1: 1,748    R2: 1,768

Su proiezioni di breve termine il GOLD dopo aver violato il supporto a quota 1,700 USD e testato in velocità quota 1,680, ha reagito in forza dell’ipervenduto riportandosi in area 1,730 e puntando quota. Nel complesso, il modello configurato dai massimi dello scorso agosto è quello di un grosso canale ribassista, moderatamente inclinato, che sta accompagnando l’intero processo negativo, in configurazione impulsiva e con chiusura onda 5 a ridosso della base inferiore del suddetto canale. Quota 1,700, ovviamente, è una cifra rotonda ed è prevedibile che le quotazioni possano girare in questo intorno per qualche tempo. Se il GOLD dovesse attaccare e rompere quota 1,750, il segnale che entrerebbe, supporterebbe il rialzo fino a 1,820. Al ribasso invece, la ricompressione a ridosso di 1,680 porrebbe nel radar quota 1,650, ultimo baluardo prima di un sell-off verso quota 1,500.

NATURAL GAS (NGAS): Sotto Onda Di Correzione A 2.55

S2: 2.46     S1: 2.55     R1: 2.71     R2: 2.78

Dopo aver segnato i massimi in area 3.30 in regime di doppio massimo, le quotazioni del Natural Gas hanno delineato una trama correttiva giunta a ridosso di supporti intermedi desunti dalla volatilità, visti a quota 2.40. Le implicazioni tecniche assunte evidenziano una sostanziale debolezza in raccordo con la componente stagionale, avvalorando l’ipotesi di ulteriori flessioni verso quota 2.55, tuttavia la fase correttiva dai massimi sembra piuttosto avanzata, delineando alti livelli di ipervenduto. Tecnicamente ci sarebbero le condizioni per una reazione che sopra 2,70 potrebbe allungare fino a 2.75. In area 2.70 si gioca quindi la partita più importante, i cui risvolti operativi decreteranno la direzionalità sul breve periodo. Una rottura confermata dell suddetta resistenza darebbe “boost” alle quotazioni per un test con validazione in area 2.75 dollari e successivamente a quota 2.90. Al ribasso, invece, il supporto di contenimento è visto a quota 2.40.

GBPUSD (GBPUSD): Sterlina A Fine Corsa?

S2: 1.388     S1: 1.393     R1: 1.401     R2: 1.404

Il quadro tecnico generale evidenzia per il “cable” una sostanziale stabilizzazione delle quotazioni a ridosso di una importante resistenza stimata a 1.425, validata dopo un prolungato movimento rialzista, innescato sui minimi del marzo scorso e modellando una tendenza rialzista di carattere impulsivo piuttosto articolata che, per fasi, ha ribaltato completamente una situazione originata nel violentissimo sell-off di marzo. Lo scenario in prospettiva è visto in negativo, ma necessita di una nuova validazione della resistenza in area 1.42, livello di esaurimento del suddetto movimento impulsivo, peraltro più volte esteso nel corso della sua evoluzione rialzista. Preferendo approcci analitici più pratici, si può dire che un nuovo re-test di quota 1.42, se validata in eccesso di ASK, fornirebbe un importante segnale di vendita per target sul primo supporto tecnico quota 1.365. La resistenza intermedia per un riattacco ai massimi è vista a 1.41

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.