Si Allontana Lo Spettro Dell’Inflazione

0 311

DAX Fut. (DE30): 14,200 Come Base Di Rilancio

S2: 14,331     S1: 14,507     R1: 14,782     R2: 14,881

L’ultimo report IGCS disponibile restituisce l’informazione che il 25% dei trader retail sono long netti sul DAX 30 Future. L’esposizione al rialzo è aumentata del 15,59% e del 45,49% rispettivamente su base giornaliera e settimanale. I recenti cambiamenti nel sentiment avvertono che l’attuale tendenza dei prezzi sul breve potrebbe continuare al ribasso, nonostante il fatto che i trader rimangano net long. Da un punto di vista tecnico invece ulteriori perdite nel DAX 30 potrebbero vedere i prezzi testare la media mobile a 20 giorni. Quest’ultima staziona attualmente in area 14.332, quantificando una estensione del movimento correttivo pari al 38,2% della precedente fase rivalutativa, costituendo di fatto un livello di supporto chiave. Una tenuta di questo supporto potrebbe ripristinare il focus dominante al rialzo.

NASDAQ 100 Fut. (UT100): La Rotazione Penalizza Il Nasdaq

S2: 12,516     S1: 12,672     R1: 12,921     R2: 13,015

Il future sull’indice NASDAQ-100 chiudono una sessione piuttosto volatile, dopo un apparente recupero iniziale teso a validare il livello di resistenza orario stimato a quota 12.850. La pressione è stata generata sui titoli Growth, anche se i rendimenti obbligazionari hanno continuato a scendere rispetto ai recenti massimi. Questo conferma la continuazione del processo di grande rotazione da titoli Growth a quelli Value da parte degli investitori di medio-lungo periodo, che evidentemente non si è ancora arrestato. Come anticipato nel report precedente, il trade-through a 12681,75 (minimo fatto a 12.609,75) ha confermato un tentativo ribassista, ma il test su detto livello è avvenuto in condizioni di eccesso di ASK generando alla fine una apprezzabile reazione. La tendenza principale invertirebbe sopra 13172. Eventuali reazioni in prima battuta saranno ostacolate all’interno dell’area 13.044-13.243, livello che aveva decretato la fine della tendenza rialzista lo scorso 13 marzo.

S&P500 Fut. (US500): Quota 4.000 Sempre Nel Mirino

S2: 3,819    S1: 3,862     R1: 3,928     R2: 3,952

Durante l’ultima sessione l’S&P 500 future ha tentato un recupero ma non è riuscito a superare la resistenza su quota 3.910, testata in apertura di seduta per poi proporre un affondo teso a validare la tenuta della MM a 50 giorni, dalla quale è poi partito un nuovo attacco alla suddetta resistenza nelle battute finali. A questo punto, domina ancora la tendenza rialzista, ma si inizia a intravedere una certa instabilità e una maggiore volatilità. Per le implicazioni tecniche assunte è lecito pensare ad una ulteriore leggera compressione delle quotazioni, in armonia alla lettura di un mercato ribassista. Alla fine di tutto questo si presenterà sicuramente un’opportunità di acquisto, generata su una discesa più marcata delle altre tesa verosimilmente a validare quota 3.800 in tempi ragionevolmente brevi. Livello di contenimento visto a 3.804,50. Altri livelli di supporto sono visti a 3.785 e 3.721. Al rialzo, oltre quota 3.910, assume una buona valenza tecnica in qualità di resistenza a quota 3.945.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.