Equity In Transizione Tecnica, Ma è Buy On Dip

0 274

NATURAL GAS (NGAS): Supporto a 2.78 in Validazione

S2: 2.789     S1: 2.834     R1: 2.944    R2: 3.009

Le quotazioni del Natural Gas si trovano in una fase di trading range a maggior propensione rialzista con resistenza estrema a 3.30, da cui settimana scorsa è partita una correzione tesa a validare un supporto di contenimento in area 2.78, intercettata oltreché da parametri tecnici spazio-puntuali anche da riferimenti regressivi originati sui minimi dello scorso giugno a 1.432. Il momentum a breve termine è visto in flessione, ma la struttura tecnica è letta in chiave positiva. In area 2.78 si gioca quindi la partita più importante, i cui risvolti operativi decreteranno la direzionalità sul breve periodo. Una rottura confermata del suddetto supporto darebbe “boost” alle quotazioni per un re-test con validazione in area 2.65 dollari e successivamente a quota 2.55. Al rialzo invece la resistenza più importante è sui massimi più recenti a 3.30.

GOLD (XAUUSD): In Attesa di Onda 5 Ribassista

S2: 1,785     S1: 1,795     R1: 1,815     R2: 1,825

Su proiezioni di breve termine il GOLD ha fulcrato un movimento reattivo in area 1.785, configurando onda 4 di un modello impulsivo ribassista originato sui massimi dell’estate scorsa in area 2,050. In sintesi si rimane adesso in attesa di uno sviluppo ribassista a definire onda 5 del suddetto impulso che osserva un target potenziale al ribasso nell’intorno di quota 1,700. Quota 1,700, ovviamente, è una cifra rotonda e psicologicamente significativa; se il GOLD dovesse attaccarla e romperla, il segnale che entrerebbe, oltreché estendere il movimento ribassista su target ancora da definire, proporrebbe un contesto operativo di sicuro in ambito di generale intermarket. Si ritiene tuttavia che questo tratteggio ribassista possa attaccare i supporti a quota 1,765, aprendo a movimenti in downside più profondi, ma quota 1,700 poi dovrebbe garantire un granitico supporto a questa fase ribassista con inversione delle polarità.

CRUDE OIL (US Crude Oil): Attesa Brusca Correzione

S2: 59.45     S1: 60.56     R1: 62.89     R2: 64.11

Il quadro tecnico generale evidenzia per il Crude Oil una sostanziale stabilizzazione delle quotazioni a ridosso di una importante resistenza stimata a 61-63 dollari, validata dopo un prolungato movimento rialzista, innescato sui minimi dell’aprile scorso e modellando una tendenza rialzista di carattere impulsivo piuttosto articolata che, per fasi, ha ribaltato completamente una situazione originata nel violentissimo sell-off di aprile. Lo scenario in prospettiva è visto in negativo, ma necessita di una validazione della resistenza in area 63, livello di esaurimento del suddetto movimento impulsivo, peraltro più volte esteso nel corso della sua evoluzione rialzista. Preferendo approcci analitici più pratici, si può dire che quota 63, se validata in eccesso di ASK, fornirebbe un importante segnale di vendita per target sul primo supporto tecnico quota 57.5. Da seguire la componente stagionale che dall’inizio di marzo è connotata negativamente.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.