Currently set to Index
Currently set to Follow

Equity Ancora In Upside…Finché Dura

0 229

AUDNZD(AUDNZD): Dollaro Australiano In Ripresa

S2: 1.0776     S1: 1.0792     R1: 1.0818     R2: 1.0828

AUDNZD fulcra un movimento di recupero dai minimi di inizio febbraio a 1.054, recuperando la resistenza a 1.0715, spingendo in “boost” fino a 1.0764. Questo pattern ricostituisce un minimale scenario positivo sul breve periodo. Le perplessità espresse a livello momentum vengono fugate dal break-out su quota 1.071 con concrete possibilità di doppiare i massimi a 1.084 L’impostazione sul brevissimo periodo va letta al momento a maggior propensione rialzista, con supporti a controllo su quota 1.0715. Sotto tale livello potrebbero concretizzarsi le possibilità di ritorno in area 1.060 e successivamente a 1.054, cioè testare supporti intercettati dalla trendline rialzista originata sui minimi dello scorso marzo. In questo contesto una stabilizzazione delle quotazioni dell’ORO, potrebbe aiutare nell’approdo su quota 1.085.

USDCHF (USDCHF): Prospettive di Ripresa Per Il Dollaro

S2: 0.8871     S1: 0.8891      R1: 0.8936     R2: 0.8961

Il Dollaro USA flette dai massimi a 0.905 con test sui supporti di contenimento visti a 0.89 contro il Franco Svizzero. Fino a quando però le quotazioni di USDCHF rimarranno sotto 0.9 le prospettive ribassiste, pur in via di assorbimento, peseranno comunque sempre sull’intera struttura tecnica, condizionandone l’andamento. A supporto di un moderato ottimismo visto in prospettiva intervengono delle formazioni divergenti positivamente prodotte sui principali indicatori di momentum, favorevoli adesso ad una fase di ulteriore recupero. Se così potremmo assistere ad un re-test su quota 0.90 con successivo “boost” verso quota 0.925. Di converso ulteriori forzature riposizionerebbero i livelli in area 0.884 dove incrocia un buon supporto operativo desunto dalla volatilità.

(EURCHF): Euro In Prolungato Trading Range Contro CHF

S2: 1.0696       S1: 1.0722     R1: 1.0766     R2: 1.0784

Dopo il “boost” di inizio novembre con test sulla resistenza da noi segnalata a 1.0892 di fine 2020, EURCHF ha intrapreso un movimento ben inglobato nel box 1.074-1.089. La situazione al momento resta a moderata positività, con resistenze più immediate viste a quota 1.085 e supporti di contenimento stimati tra 1.075-1.074 dove staziona un fortissimo supporto desunto dalla volatilità. Dal lato “acquisti” un eventuale recupero di 1.085 aprirebbe le possibilità per una salita fino a 1.089 e successivamente a 1.092, da raggiungere comunque in assenza di velocità e in modo piuttosto articolato nel rispetto della componente stagionale. Nella sostanza, comunque, il cambio EURCHF sembra privo di spunti direzionali importanti.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.