L’Intermarket Fa Scricchiolare L’Azionario

0 299

FEDEX (FDX.N): Sana Correzione Per Il Corriere USA

S2: 247.97     S1: 250.57     R1: 255.25     R2: 257.33

FedEx dopo aver seguito una tendenza rialzista che ha portata i prezzi a sopravanzare i livelli pre-Covid dello scorso febbraio, ha intrapreso una fisiologica correzione fulcrando il ribasso in area 300. Tutti i riferimenti spazio-puntuali assurgono per il momento a ruolo di supporto, con i primi livelli di contenimento per correzioni di breve posti tra 245 e 250. Adeguati i volumi che esprimono un livello di turn-over in grado di assorbire improvvise prese di beneficio tese ad un ricambio delle correnti operative. I parametri regressivi al momento individuano un livello resistente in area 275.  In sostanza tutte le manifestazioni correttive vengono lette al momento come occasioni di acquisto e sembra che questo paradigma possa continuare. Debolezza strutturale solo sotto 245. Per le implicazioni tecniche assunte sul brevissimo potremmo assistere ad una ripresa tecnica delle quotazioni per target a quota 279.

AUDCAD (AUDCAD): L’Oro Rivitalizza La Valuta Australiana

S2: 0.975     S1: 0.979     R1: 0.986     R2: 0.99

Il dollaro Australiano evidenzia con insistenza una volontà a salire puntando al target in area 0.99, che allo stato attuale si pone come livello di forte resistenza. Strutturalmente il movimento in essere dallo scorso luglio si va ad incastrare come Onda 4 dell’intero processo impulsivo originato sui minimi di marzo in area 0.80. Complicato dipanarne lo sviluppo dei sotto-movimenti minori, ma il minimo più recente in area 0.925 potrebbe aver chiuso in anticipo Onda 4 correttiva e precedere il riattacco ai massimi in definizione di Onda 5. Vedremo se questo sarà lo scenario più coerente con le implicazioni tecniche assunte che osservano un momentum in forte recupero. Riepilogando, la resistenza originaria a 0.962 è stata recuperata, per cui rimanere al di sopra di questo è cruciale per attaccare le resistenze “lunghe” coagulate sull’unità rispetto al dollaro canadese.

NATURAL GAS (NGAS): Trading Range In Down Side

S2: 2.534     S1: 2.618     R1: 2.759     R2: 2.816

Le quotazioni del Natural Gas si trovano in una fase di trading range a maggior propensione ribassista ed ora in prossimità di un importante resistenza stimata in area 2.75, intercettata da riferimenti regressivi originata sui minimi dello scorso giugno a 1.432. Il momentum a breve termine è visto in negativo, confermato dal cross-over tra tutte le medie mobili di riferimento a breve periodo. In area 2.45 si gioca la partita più importante, i cui risvolti operativi decreteranno la direzionalità sul breve periodo. Una rottura confermata al ribasso di 2.45 aprirebbe le porte a discese per target stimato a 2.25. Al rialzo invece il livello di transizione per una ripresa rialzista passa su quota 2.75/2.80.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.