Prova Di Tenuta Per Il Dollaro USA Contro Tutte Le Valute

0 295

USDJPY(USDJPY): Dollaro Al Test Su Importanti Supporti

S2: 102.71     S1: 103.28     R1: 104.77     R2: 105.69 

Il dollaro è visto in calo in apertura di settimana, in risposta all’imponente “squeeze” innescato dalla notizia sul vaccino Pfizer, che ha risollevato la valuta USA nei confronti di quella nipponica dai minimi segnati a marzo in area 101. Possiamo quindi dire che un’eventuale rottura di quota 103.20 vanificherebbe, di fatto, il precedente riaggancio di quota 105.65 che lasciava emergere importanti segnali di recupero. Tutti gli indicatori tecnici puntano al ribasso con una netta contrazione della pressione di vendita osservata negli ultimi giorni. Una rottura di 103 probabilmente farebbe rilasciare commenti ufficiali da parte americana, con reazione verso area 104.25 per stemperare le tensioni che ne potrebbero derivare. Per confermare una ripresa dell’azione rialzista sul medio lungo-periodo, tuttavia, sarebbe auspicabile il recupero di quota 105.5 dove peraltro incrocia il riferimento regressivo che sta accompagnando il ribasso dallo scorso marzo.

USDCAD(USDCAD): Imminente Ciclicità Positiva Per Il Dollaro Usa

S2: 1.298        S1: 1.304     R1: 1.315     R2: 1.320

Il rialzo del Dollaro USA sul Dollaro Canadese, generato in scia alla notizia sul vaccino Pfizer, è stato in gran parte annullato nel corso dell’ultima settimana. In effetti, il dollaro USA si era avvicinato all’importanet livello di quota, che allo stato attuale si pone come forte livello di supporto. Gli indicatori di momentum non si sono mossi molto la scorsa settimana, poiché il dollaro USA è stato scambiato all’interno del trading range proposto nella settimana precedente. Per questa settimana il calendario economico dovrebbe rafforzare rafforza la sensazione di un imminente recupero della valuta Usa, perché sebbene questa sia scesa sui minimi dell’anno a inizio novembre, sotto 1.30, proprio questo importante supporto potrebbe fornire le garanzie di una buona reazione.

EURUSD (EURUSD): Euro In Trading Range Sul Dollaro USA

S2: 1.177     S1: 1.181     R1: 1.189     R2: 1.193

All’interno dell’intervallo 1.16-1.20, in via di definizione da mesi, l’ Euro sembra aver trovato una sorta di “confort zone” tra 1.175 e 1.19 sul Dollaro USA. Gli indicatori tecnici sono predisposti ancora al rialzo con il  MACD e lo Stochastico lento che mostrano uno slancio a supporto di  ulteriore margini di apprezzamento. Positivo anche il quadro delle media di riferimento a breve, con la MM5 giorni che sopravanza ancora quella a 20 giorni. Tuttavia, ci aspettiamo che il mercato sia ancora riluttante a spingere l’Euro molto più in alto. La velocità con cui è sceso dopo aver visto 1.192 il 9 novembre scorsa, trasmette una possibile debolezza a breve. Sul fronte macro, un PMI preliminare debole aumenterà i timori di una nuova contrazione economica dopo il rimbalzo del terzo trimestre. Su più ampie proiezioni, un recupero del cluster a 1.25 identificherebbe un ritracciamento del 38.2% dai massimi assoluti a 1.604, con concrete possibilità di continuazione del rialzo.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.