Prova Di Forza Per L’Euro Contro Tutte Le Valute

0 326

EURCHF(EURCHF): Euro Al Test Su Forti Resistenze

S2: 1.062     S1: 1.071     R1: 1.085     R2: 1.097

 

All’inizio della scorsa settimana EURCHF è salito fino a 1.082 formando un massimo relativo per poi consolidare con supporto controllato a 1.785. Lo sviluppo attuale suggerisce che il modello di consolidamento da 1.0915 è stato completato con tre ondate a 1.0661. Al rialzo, la rottura di 1,0824 punterà alla resistenza a 1,0877 confermando di fatto uno status rialzista. Al ribasso, invece, la violazione di quota 1,077 amplierebbe sicuramente il movimento discendente. Su più ampio respiro, le azioni sui prezzi dai minimi di maggio a quota 1.05 sono ancora codificate come un modello di consolidamento. Per confermare una ripresa dell’azione rialzista sul medio lungo-periodo sarebbe auspicabile il recupero di quota 1.105 con target implicito verso quota 1.14 a quantificare un ritracciamento del 61.8%, rispetto ai massimi della primavera 2018.

EURJPY(EURJPY): Imminente Ciclicità Positiva Per L’Euro

S2: 121.38      S1: 122.59     R1: 125.07     R2: 126.34

L’importante progressione rialzista proposta sul finire della scorsa ottava EURJPY ha trovato uno stop in area 125 che ha sempre mostrato forte attrattività per le quotazioni assumendo sia ruolo di resistenza che di supporto. Un eventuale rottura rialzista di questo importante livello provocherebbe boost con livello target in upside stimato appena sotto quota 127. Al ribasso, invece, quota 121.85 assume al momento garanzia di supporto e che, nel caso venisse meno, implicherebbe nuovi drop verso area 120. Da valutare la componente ciclica, in fase di flesso inferiore, pronta a riprendere la direzionalità rialzista.

EURUSD (EURUSD): Pausa Di Consolidamento Per l’Euro

S2: 1.165     S1: 1.174     R1: 1.192     R2: 1.201

La scorsa settimana EURUSD non è riuscito ad estendere il movimento in upside oltre quota 1.192, livello dal quale ha poi subìto un netto ridimensionamento. Sul lato positivo, la rottura di 1.192 riaffermerà il fatto che il consolidamento dai massimi più recenti in area 1.20 è stato completato, considerando di fatto il minimo a 1.1602 un livello importantissimo al quale riferire le prossime evoluzioni. Al ribasso invece una rottura del supporto intermedio a 1.1745 implicherebbe la formazione di un nuovo minimo sotto 1.1602. Nel quadro a lungo termine, la forte rottura dell’EMA a 55 mesi è considerata un segno di inversione di tendenza a lungo termine. Il focus immediato sarà sulla resistenza della linea di tendenza decennale che attualmente incrocia a 1.157. Sempre su più ampie proiezioni, un recupero del cluster a 1.25 identificherebbe un ritracciamento del 38.2% dai massimi assoluti a 1.604, con concrete possibilità di continuazione del rialzo.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.