Equity: Voglia Di Scendere? ZERO

0 278

USDJPY (USDJPY): Dollaro In Sofferenza Contro Lo JPY

S2: 105.01     S1: 105.29     R1: 105.86     R2: 106.15

Il cambio USDJPY dopo aver mostrato una buona reattività in area di supporto a 104 frena a quota 106.40, a ridosso della retta di regressione che sta accompagnando la dinamica ribassista dal massimo dello scorso marzo. Come già confermato nei report precedenti le quotazioni di USDJPY continuano a ruotare intorno a questo riferimento senza assumere una precisa direzionalità, permanendo quindi in fase a moderata propensione ribassista. Tecnicamente confermiamo quanto già detto in precedenza e cioè che una violazione del supporto a 106.40 spingerebbe al rialzo le quotazioni con test a 107 e successivamente a 107.7. In alternativa, la rottura del supporto a 104 porrebbe nel radar dei compratori il target tra 103.

SILVER (XAGUSD): Prossimo Innesco Di Onda 4 Correttiva

S2: 26.34     S1: 27.37     R1: 28.98     R2: 29.56

Come commentato nel precedente report, l’Argento dopo l’esplosione rialzista con target centrato in area 26, cioè su 4 STDV rispetto alla retta di regressione che ne accompagna il rialzo dallo scorso marzo, ha consolidato in stretta correlazione all’andamento dell’Oro e successivamente espresso nuovo boost fino 28.58. Per le implicazioni tecniche assunte possiamo notare come allo stato attuale sia assente la fase di “metal-rotation”, cioè una maggior attenzione degli operatori focalizzata adesso sull’Argento piuttosto che sull’Oro. Questa stretta correlazione tra i due metalli indica che siamo entrati in fase espansiva per entrambi, difficilmente perimetrabile in termini di obiettivi, ma di elevata magnitudo. Strutturalmente per il Silver dovrebbe essere imminente uno sviluppo correttivo con incastro di Onda 4 e target potenziale su quota 24.60.

FTSE100 (UK 100): Inchiodato In Area 6,000

S2: 5,913.08     S1: 5,970,01     R1: 6,094.29     R2: 6,161.94

L’indice britannico FTSE100 conferma ancora una volta l’alto grado di attrattività di area 6,000, dove si concentra il maggior sforzo tra l’azione dei venditori e dei compratori. Sembra essere un momento piuttosto complicato per l’indice britannico che punterebbe in fase di re-coil verso i supporti in area 5,850, dove è concentrato l’ultimo sostegno dei compratori ed intercettato 2 STDV sotto la retta di regressione che accompagna questa fase dai massimi di giugno. Per le implicazioni tecniche assunte dai sistemi di modellazione predittiva l’indice FTSE100 dovrebbe ruotare ancora tra quota 6,000 e 5,850. Il supporto polarizzante di natura volumetrica è però su quota 5,600. Una rottura al ribasso di detto livello aprirebbe le porte ad un ribasso molto profondo con target verosimilmente posto sui minimi di Marzo sotto quota 5,000.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.