Mercati: L’irrazionalità Ha Più Cartucce Dei Ribassisti

0 191

NATURAL GAS (NGAS): Supporto a 1.5

S2: 1.69     S1: 1.745     R1: 1.829     R2: 1.858

NATGAS

Le quotazioni del Natural Gas si trovano in prossimità di una importante resistenza vista in area 1.80 dove incrociano importanti riferimenti tecnici. Il supporto invece è stimato sempre in area 1.50. Un range piuttosto ampio in cui le quotazioni stanno oscillando da oltre due mesi senza fornire spunti direzionali affidabili.  Il momentum a breve termine è sostanzialmente neutro, ma la struttura sta ancora pagando la negatività dell’inverno scorso. Sugli attuali livelli si gioca quindi la partita tra rialzisti e ribassisti. Una rottura al ribasso di quota 1.606 aprirebbe le porte a discese più profonde con target a 1.515 prima e successivamente a 1.486.

In coerenza con le implicazioni tecniche assunte, le possibili evoluzioni sul breve sono:

  1. Aggressione dei venditori sulla prima resistenza a 1.725 con ribasso per 1.606.
  2. Allungo sopra 1.80 e test a 1.90.

EURTRY(EURTRY): Rialzo Finito

S2: 7.933     S1: 8.028     R1: 8.2     R2: 8.277

EURTRY

Buona la risposta tecnica del cambio Euro contro Lira Turca sulla resistenza in area 8.2 intercettata su 2 STDV rispetto alla regressione originata sui minimi dell’estate scorsa appena sopra quota 6. La reazione ribassista ha così permesso di valutare la fine di Onda 5 dell’intero e prolungato ciclo impulsivo in atto dall’anno scorso e tracciare traiettorie ribassiste con primo target in area 7.75. Sotto 7.75 si concretizzerebbero più scomposti e incisivi avvitamenti per area 7.5 e cioè 2 STDV sotto la suddetta retta di regressione che allo stato presenta caratteristiche di alta attrattività. Per altro la ciclicità dei prezzi sta per entrare in una fase negativa che potrebbe di fatto impegnare tutta l’estate.

CRUDE OIL(USOILQ0): Petrolio In Congestione

S2: 40.19     S1: 40.61     R1: 41.69     R2: 42.35

oil

Le quotazioni del greggio WTI continuano a lateralizzare controllate dai supporti in area 40. La configurazione tecnica inizia a delinearsi in maniera più chiara incastrando il precedente rialzo con una logica di reazione tecnica e comunque in risposta armonica alla devastante sollecitazione negativa sviluppata tra gennaio e aprile 2020. La resistenza più immediata è stimata a quota 42.50. Una resistenza piuttosto forte che in caso di superamento produrrà verosimilmente nuove aggressioni rialziste con primo obiettivo in area 45. In sintesi, le quotazioni del greggio godono ancora della stagionalità positiva, ma da settembre la situazione potrebbe cambiare in negativo riproponendo scenari tecnici a lettura ribassista, con il sostegno di varabili economiche negative in grado di acuirne la situazione.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.