La Liquidità Sostiene I Sogni Rialzisti Dell’Equity

0 362

NASDAQ 100 (NAS 100): A Caccia Di Nuovi Massimi Storici

S2: 9,871.2     S1: 10,014     R1: 10,242.5     R2: 10,471

La settimana appena trascorsa ha mostrato per l’indice NASDAQ100 un piccolo pattern di inversione con due livelli trigger, dopo aver aggiornato i propri massimi storici. Uno è stato negato su base 10,000, l’altro è ancora intatto. L’evoluzione grafica non indica un cambiamento di tendenza, ma suggerisce che il lato vendite tende ad irrobustirsi quando, in ottica intermarket, lo JPY inizia a guadagnare forza nei confronti delle altre valute di riferimento e questo sta avvenendo con sempre maggior frequenza. In sintesi, la tendenza principale è sempre rialzista, peraltro supportata anche a livello ciclico, ma il momentum sul breve è in calo. Allo stato attuale restano concrete ulteriori espressioni in upside verso 10,470, salvaguardate dai supporti stimati a 9,606. Sotto tale livello potremmo assistere a scivolamenti scomposti verso 9,180.

USDTRY (USDTRY): Dollaro USA In Difesa Contro Lira Turca

S2: 6.825     S1: 6.837     R1: 6.859     R2: 6.881

Dai minimi di Agosto il Dollaro Usa è inglobato in un canale di regressione, con test contro la lira Turca a quota 7.27 segnato a maggio in overshooting, intercettando una resistenza “invisibile” su 3 STDV rispetto alla suddetta retta di regressione. La correzione seguita dai massimi va incastrata, aldilà di movimenti intravalutari in area Euro e alle tensioni geopolitiche in Libia (Dove la Turchia ha truppe impegnate sul terreno), anche a questioni cicliche e stagionali con normalizzazione della fase attuale a ridosso della suddetta regressione che sta evidenziando una forte attrattività in area 6.80. Per questo motivo le attese più coerenti con le implicazioni tecniche assunte sono per andare a scoprire prezzi lievemente superiori rispetto agli attuali e stimati in area 6.90, prima di nuove cadute verso 6.50.

USDJPY (USDJPY): Carry Traders Sempre Attivi A Vendere JPY

S2: 107.333     S1: 107.627     R1: 108.097     R2: 108.567

Il Dollaro USA resta sulla difensiva nei confronti della valuta Nipponica chiudendo l’ultima sessione della settimana in deciso calo, anche se sul breve si possono apprezzare di parziali ritorni di forza. Al momento i prezzi continuano a ruotare nel range 106-108 con maggior propensione rialzista per potersi definitivamente disimpegnarsi dalla resistenza offerta dalla Media Mobile a 50 gg che assolve egregiamente il ruolo di resistenza. Resistenza ben intercettata dalla parete superiore del canale di regressione che ingabbia le quotazioni dall’inizio di giugno. In forza di queste considerazioni è rilevabile dal grafico come il cambio UsdJpy voglia spostarsi a lavorare sopra la regressione con intenti rialzisti, ma la sovrapposizione di più riferimenti spazio-puntuali in area 108 ne complica l’evoluzione sul breve.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.