Mercati In Autoprotezione Per Eccesso Di Risk On

0 239

GOLD (XAUUSD): Onda 4 In Un Triangolo Rialzista

S2: 1,684.5     S1: 1,703,2     R1: 1,735     R2: 1,766.8

L’Oro continuazio a consolidare secondo un modello triangolare che ingloba chiaramente un’articolata Onda 4 del ciclo impulso originato nel 2019 e che, drenando le tensioni che permeano i mercati, si pone come valvola di compensazione per i flussi che entrano ed escono dall’Equity. Questa prolungata fase di Transizione Tecnica dovrebbe impegnare buona parte del mese di Giugno, con l’esito in prospettiva di un’uscita rialzista sopra quota 1,810. Come scritto nei report precedenti, le implicazioni tecniche assunte sarebbero quelli di una persistente azione di brevi re-coil con entrate graduali dei grossi operatori, incoraggiate dall’eccessivo Risk On dell’Equity, che dal canto suo, malgrado la fase di spinta ancora in atto, evidenzia forti squilibri sul lato Long.

EURJPY (EURJPY): Supporto Attrattivo A 119.5

S2: 120.743     S1: 121.447     R1: 122.727     R2: 124.008

Il Dollaro USA, dai minimi segnati a Maggio su quota 114.39, continua a mostrare estrema forza nei confronti della valuta nipponica, che nello specifico vorrebbe dire fornire liquidità ai mercati per il fatto che lo Yen si presta largamente alle operazioni di carry trade, tese a finanziare a leva i movimenti sul lato Equity e Bond. Per quanto riguarda le proiezioni di breve periodo è evidente come i violenti spunti rialzisti degli ultimi giorni abbiano interessato la parete superiore del canale di regressione in essere dallo scorso maggio e come questa intercetti un fortissimo livello di resistenza in area 124.

Per quanto scritto le possibili evoluzioni sul breve sono:

  1. Innesco correttivo con target minimale stimato a 120.8.
  2. Estensione del movimento ribassista fino a 119,45.

Va tenuto presente che più in basso, a quota 118, incrociano importanti riferimenti spazio puntuali a supporto strategico di tutta la struttura.

DAX (GERMANY30): Breve Correzione Ad Incastro Di Onda 4

S2: 12,299.3     S1: 12,458.7     R1: 12,821.1     R2: 13,183.6

Dovremmo essere alle soglie di una fisiologica flessione per l’indice DAX, peraltro di breve portata, che proprio in area 12,900 ha trovato una forte resistenza tecnica intercettata su 2 STDV rispetto alla retta di regressione, originata sui minimi dello scorso Marzo. Il target del movimento è stimato in prossimità della precedente zona di Transizione Tecnica in area 12,000, che assume peculiarità attrattive e di riequilibrio, dove l’indice tedesco ha già capitalizzato prima dell’affondo di Marzo. Tuttavia, anche in forza di queste considerazioni a maggior propensione ribassista, la struttura tecnica è ancora in grado reggere nuovi allunghi senza soluzione di continuità.

In coerenza con le implicazioni tecniche assunte, le possibili evoluzioni di breve sono:

  1. Innesco correttivo per target 12,000-11,900.
  2. Continuazione della fase rialzista con break out su 12,900 e continuazione della fase di spinta verso area 13,450.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.