I Mercati Pronti All’Ultimo Giro Di Ruota

0 421

NASDAQ100 (NAS 100): Flash Sui Massimi Storici. Si Punta A 10,350

S2: 9,828.7     S1: 9,963.3     R1: 10,174.3     R2: 10,383.4

L’impostazione di breve per l’indice NASDAQ100 rimane al momento a propensione positiva, considerando tuttavia l’imminenza di un innesco correttivo che dovrebbe essere incastrato in Onda 4 e target stimato tra 9,611 e 9,300. In forza delle implicazioni tecniche assunte si ritiene che la formazione di nuovi massimi storici possa aver rigenerato positivamente la struttura portante di lungo che porterebbe ad alzare il target finale del movimento in atto. Tuttavia va considerata la logica “parabolica” che sta mostrando il Nasdaq e come queste persistenti manifestazioni autoalimentate a livello volumetrico in passato abbiano sempre preceduto dei “fragorosi” rovesci. Difficile stabilire il “timing” e ancor di più il target finale al quale si giunge empiricamente e con tutte le approssimazioni del caso, proprio perché “unchartered”. Movimenti ribassisti sono per il momento controllati da livelli intercettati da 2 a 4 STDV sotto la regressione originata sui minimi di marzo e quindi tra 9,800 e 9,365 a conferma di quanto già specificato sopra.

FTSE100 (UK 100): Aggrappato A Quota 6,000, Ma Senza Idee

S2: 5,979.8     S1: 6,063.4      R1: 6,196.6     R2: 6,329.8

L’indice britannico FTSE100 continua a ruotare ancora in area 6,000, confermandone l’efficacia in chiave di supporto. Tutti i tentativi di superamento sono stati puntualmente soffocati per concentrazione di maggiori vendite. Sorprende peraltro l’impostazione fortemente negativa in termini di forza relativa verso gli indici USA, ai quali è sempre stato in scia. In sostanza sembra essere un momento piuttosto complicato per l’indice britannico, invischiato da tempo in una fase di transizione tecnica di difficile risoluzione. Per le implicazioni tecniche assunte l’indice FTSE100 dovrebbe continuare a muoversi intorno a quota 6,000, controllato dal grosso supporto di natura volumetrica stimato in area 5,900. Una rottura al ribasso di detto livello forzerebbe le quotazioni verso quota 5,550 dove incrociano importanti riferimenti tecnici di elevata affidabilità. Resistenza tecnica a 6,250.

GOLD (XAUUSD): Stagionalità Positiva Alle Porte

S2: 1,756.73     S1: 1,763,67     R1: 1,778.57     R2: 1,793.47

Il Gold non convince. Le quotazioni faticano a proseguire al rialzo trovando una forte resistenza in area 1,800, esprimendo peraltro un alto grado di dissonanza con i maggiori input di natura intermarket. Il supporto a controllo della situazione tecnica attuale è posto a 1,748, intercettato in sovrapposizione da importanti riferimenti spazio-puntuali, oltreché  su 2 STDV rispetto alla retta di regressione dell’impalcatura rialzista sviluppata dalla metà di Marzo e che continua ad attrarre i movimenti di tendenza. Una tenuta dei supporti di breve a 1,725 darebbe slancio alle quotazioni con riattacco a quota 1,800, ma la partita si gioca in termini stagionali e sulla ciclicità dei movimenti e da questo punto di vista la situazione appare piuttosto debole. Da seguire l’abbandono della stagionalità neutro-negativa e l’entrata in una fase tecnica virtuosa dal 29 giugno in avanti.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.