Mercati Prossimi Ad Invertire Al Ribasso

0 784

DAX (Germany30): Ancora In Upside Ma Senza Forza

S2: 10,170 S1: 10,367 R1: 10,705 R2: 11,043

Apprezzabile sequenza rialzista per l’indice DAX che dopo aver reagito sui minimi di marzo a quota 8,200 si è proposto con un forte recupero articolato in due fasi, centrando il target messo nel radar in precedenza e posizionato tra 10,360 e 10,650, come anticipato dai nostri modelli. Solitamente il DAX si esprime meglio in fase di “breakout”, in quest’ultimo periodo ha espresso invece pienamente la potenza del “mean reverting” tornando su 3 STDV sulla regressione 12/2018 – 02/2020 dopo aver avuto uno scostamento pari a 7 STDV. La reazione va adesso a incastrarsi come Onda 4 reattiva e le quotazioni prima di tornare a scendere dovrebbero ruotare intorno all’area 10,650-10,750. La rottura dei supporti a 10,360 , per aggressione dei ribassisti, proporrebbe un rientro su quota 9,650 in tempi ragionevolmente brevi.

SILVER (XAGUSD): Argento In Trading Range

S2: 14.64 S1: 14.87 R1: 15.23 R2: 15.59

Ritorniamo su un commento fatto in precedenza per focalizzare l’importanza della fase attuale per l’Argento che, dopo il profondo ritracciamento dei prezzi proposto per tutto il mese di marzo, si ritiene che possa aver proposto l’innesco di una nuova fase definita “metal-rotation”. Una logica confermata dal “washout”, cioè dal forte ripiego, mostrato chiaramente dal Gold/Silver ratio. Questa dinamica di ricompressione del rapporto tra i due metalli preziosi, fin qui favorevole all’Oro, fa emergere un guadagno di forza relativa da parte dell’argento che, superata la resistenza tecnica su quota 14,75, punta adesso a quota 16,50 intercettata da una sovrapposizione di importanti riferimenti spazio-puntuali e successivamente ai massimi di febbraio in area 19. Importante supporto a quota 14.44

AUDCAD(AUDCAD): In Attesa Di Onda 4

S2: 0.898 S1: 0.901 R1: 0.907 R2: 0.913

Il “LOONIE” in quest’ultima ottava sta ruotando in area 0.903 dopo aver superato la resistenza a 0.901 e testato in velocità quota 0.91, praticamente azzerando la forte discesa di Marzo con minimi a 0.81. Un prepotente re-coil dai minimi sviluppato in poco tempo, che ne avvalora il significato tecnico. La recente perdita di grip trova giustificazione nella necessità di un riequilibrio del quadro tecnico generale e in un riposizionamento su livelli più bassi in armonia con il precedente recupero. Va poi segnalato che la resistenza a 0.91 ha sempre prodotto delle frenate per intervento degli operatori istituzionali per tutto il 2019 e questo potrebbe costituire un ostacolo, per quanto temporaneo, a proseguire il rialzo senza una fisiologica correzione. Supporto tattico a 0.886.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.