Mercati: Lo Sconquasso Economico Affoga Nella Liquidità

0 529

EURJPY(EURJPY): Onda 5, Tutto O Niente

S2: 106.51     S1: 106.903     R1: 107.537     R2: 108.167

L’impostazione di breve per EURJPY rimane al momento neutra, considerando margini di ulteriore upside per il recupero fulcrato sui minimi a 114.42. In forza delle implicazioni tecniche assunte si ritiene tuttavia che il rialzo non preveda, almeno per il momento, il superamento dell’importante resistenza a 117,75. Sul fronte opposto, l’aggressione ai minimi su quota di 114,42 metterebbe nel radar, per armonia di movimento, quota 116,15 prima e, successivamente, quota 110,20. In termini più generali è ancora in itinere la tendenza al ribasso dai massimi del 2018 a 137,49 con le quotazioni ben inscatolate in un canale discendente controllato dalla Media Mobile Esponenziale a 55 settimane. Ipotesi positive di lungo periodo solo sopra 122,87.

CRUDE OIL (US CRUDE OIL) : Pausa Di Consolidamento

S2: 24.20     S1: 26.10      R1: 28.78     R2: 31.56

Il greggio si appresta a chiudere una settimana incolore dopo il bruciante recupero di quella precedente. I prezzi continuano a ruotare intorno ai livelli di resistenza stimati tra quota 26 e 27 dollari per barile, dove peraltro si concentrano una serie di importanti riferimenti spazio-puntuali. Questa logica dovrebbe impegnare anche la settimana entrante in sincronia con la fase ciclica che sembra attrarre i prezzi verso il suo flesso superiore. Nel complesso, la reazione dovrebbe essere giunta al suo epilogo, senza escludere risicati margini di ulteriore up-side verso quota 29 dollari. Solo sopra i 30 dollari entrerebbero segnali a supporto di logiche rialziste. Fino ad allora tutto andrebbe circoscritto ad un robusto rimbalzo, tenendo conto del clamoroso, quanto ormai noto, tonfo di aprile. Supporto tecnico in area 21 dollari.

S&P500 (SPX500): Re-coil Per Onda 4

S2: 2,737.8     S1: 2,795.2     R1: 2,881.3     R2: 2,967.5

Il robusto recupero dell’indice SP500 è giunto a ridosso di una resistenza tecnica stimata, per armonia di movimento proporzionale alla precedente fase negativa, su quota 2,933. Una reazione rientrata clamorosamente in termini di deviazione standard, sulla regressione dell’impalcatura rialzista Dicembre 2018-Febbraio 2020 e che di fatto ha rovesciato la lettura del trend di medio periodo in chiave rialzista. La fase attuale va quindi ad assumere caratteri impulsivi innescati sui minimi di marzo, con Onda 3 chiusa in area 2,933 ed attuale onda di Re-coil per target definito tra 2,650 e 2,700.

In coerenza con i parametri tecnici assunti, le possibili evoluzioni di breve sono:

  1. Estensione del movimento correttivo verso quota 2,648.
  2. Tentativo di ripresa e re-test a 2,880.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.