Mercati In Manovra Per Riagganciare La Fase Long?

0 394

CRUDE OIL (US CRUDE OIL): Ancora In Fase Di Spinta

S2: 29.95     S1: 31.83     R1: 34.90     R2: 37.97

crude oil

Il CRUDE OIL WTI ha trovato una forte resistenza in area 34 dollari al barile, proprio a ridosso del RUN AWAY GAP ribassista aperto ad inizio Marzo, con gli ASK che tendono ad abbassarsi proponendo con insistenza una volontà correttiva nel breve periodo. Strutturalmente questo processo andrebbe ad incastrarsi come ONDA 4 di un modello impulsivo con soglia inferiore in area 25 dollari. Ciò dimostra che il drammatico sell-off di fine aprile possa formato dei minimi assoluti e permesso di fulcrare un’inversione di lungo periodo. Ciò non vuol dire che questo processo di riallungamento rialzista sarà facile perché è lecito pensare che la fase di risalita troverà forte resilienza sul bordo superiore del GAP in area 41, dove peraltro incrocia la Media Esponenziale a 200 giorni. Lato LONG il mercato del greggio è controllato dai supporti in area 30 con il sostegno della Media Esponenziale a 50 giorni.

GOLD (XAUUSD): Continua Nella Fase Di Congestiojne

S2: 17.17     S1: 17.39     R1: 17.92     R2: 18.46

xauusd

Per ora il supporto osservato dal GOLD in area 1,660 Dollari sembra ben controllare la fase di congestione in atto dalla prima metà di Aprile ed è ragionevole pensare che questa dinamica possa andare avanti anche per la prossima settimana, in forza della componente stagionale che osserva il GOLD in fase sostanzialmente neutra nel bimestre Aprile-Maggio. Il BOX in formazione da Aprile sembra nascondere una fase di accumulazione con allunghi interessanti sopra 1,790 e target veloce in area 1,830. Sopra questo livello si aprirebbero spazi rivalutativi interessanti stimati in area 1,950. Questa potenziale manifestazione di forza perderebbe “grip” dopo il 18 Giugno, periodo di massimo sincronizzato sia per la fase ciclica che per quella stagionale.

USDCHF (USDCHF): Struttura Discordante Con La fase Ciclica

S2: 0.957     S1: 0.961     R1: 0.971     R2: 0.979

usdchf

Il movimento di USDCHF è ben inscatolato in un modello triangolare, con attacco alla base inferiore avvenuto proprio ieri su base 0.964. Il modello di consolidamento con finalità correttive proposto dai massimi di Marzo sta quindi tentando di andare a scoprire prezzi inferiori, stimati quanto meno in area 0.955, senza scartare ulteriori scivolate 0.945, target di proporzioni armoniche rispetto al rialzo dai minimi di Marzo a 0.919.  Lato LONG invece sarebbe opportuno il recupero di quota 0.98 per avere Boost necessario per l’attacco ai massimi di Marzo su base 0.99. Da seguire i prossimi sviluppi anche in forza della componente ciclica che proprio in questo periodo, come si può rilevare dal grafico, è prossima ad uncinare una fase positiva.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.