I Mercati Sfidano Le Leggi Della Fisica

0 368

NASDAQ 100(NAS100): Verifica Di Importanti Resistenze

S2: 8,505.2     S1: 8,591.4     R1: 8,841.1     R2: 9,090.8

nasdaq100

Continua la prepotente ripresa rialzista per l’indice Nasdaq100 che in due e ben definite fasi di re-coil avvicina i massimi di Marzo in area 8,950, intercettati peraltro da importanti riferimenti spazio-puntuali riferiti alla retta di regressione originata sui minimi di dicembre 2018. La configurazione tecnica descritta nel precedente report che ribadiva il completamento di onda Onda 4 reattiva in attesa dell’innesco di Onda 5 ribassista su quota 8,200, ha perso completamente di significato, con obbligo di riconteggio delle onde e verifica dell’intera struttura tecnica. Quota 8,750, in armonia con il 61,8% di recupero dopo l’affondo sui minimi a 6,771 non offre più un riferimento operativo, mentre acquista maggior significato tecnico quota 8,950 in qualità di resistenza che verosimilmente produrrà nuove aggressioni ribassiste. Supporto tecnica a 8,254.

CRUDE OIL (US Crude Oil): Si Vende Sulla Forza

S2: 8.707     S1: 10.963     R1: 14.583     R2: 18.203

Osservando il grafico è evidente come quota 17.50 dovrebbe opporsi ad ulteriori manifestazioni rialziste, mentre i livelli di supporto, in forza del problematico Rolling di Aprile restano di natura effimera. In altre parole, il rimbalzo a cui dovremmo assistere per un paio di giorni, dopo l’affondo in area 10 dollari, non assumerebbe contorni di reversal. Quota 17.50 resta una resistenza troppo forte e l’assorbimento della domanda di petrolio da parte dell’economia fa incagliare qualsiasi previsione di natura rialzista. Questa variabile metterà sotto pressione il mercato del greggio per almeno una paio di mesi e i prossimi Rolling dovrebbero rivelarsi piuttosto problematici. L’operatività più coerente con le implicazioni tecniche assunte è quella di vendita sulla forza. Reversal di breve solo sopra 17.50.

GBPUSD (GBPUSD): Inchiodata Sui Supporti

S2: 1.2331     S1: 1.2376     R1: 1.2492     R2: 1.2608

Il “CABLE” dopo la scivolata sotto 1.2480 con perdita di “grip”, resta ancora all’importante area di supporto stimata su quota 1.23. Peraltro l’indebolimento si è innescato su quota 1,252, un livello in perfetta armonia con un recupero del 61.8% post crollo e questo ne avvalora il significato in chiave di resistenza tecnica. Gli indicatori tecnici vengono ancora letti in fase positiva. Va poi segnalato che la resistenza a 1.2520 è intercettata anche dalla Media Mobile Esponenziale a 200 gg, oltreché su 2 deviazioni standard rispetto alla regressione lineare dai massimi dello scorso dicembre e questo potrebbe costituire un altro ostacolo, per quanto temporaneo, a proseguire il rialzo attuale in forza di una marcata fragilità di fondo.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.