Borse In Saldo…Astenersi Perditempo

0 482

EURUSD: Dollaro In Parziale Recupero

S2: 1.080     S1: 1.099     R1: 1.143     R2: 1.187

Il Dollaro USA drena parzialmente l’estrema debolezza che lo connota rispetto all’Euro dalla fine di Febbraio e che l’ha costretto a compressioni fino a quota 1,149 segnata lo scorso 9n marzo. Vengono pienamente confermate le indicazioni suggerite nei precedenti report riguardo la forza della valuta Europea, innescata a ridosso di livelli strategici di 1,050-1,045, che se venissero rotti provocherebbero seri problemi di tenuta con rischi di veder segnati anche livelli inferiori alla parità.

In coerenza con le implicazioni tecniche assunte, le possibili evoluzioni sul breve sono:

  1. Tenuta del supporto tecnico a 1.099 e reazione tecnica con target minimale stimato a 1.117.
  2. Estensione del movimento ribassista fino a 1.080

Crude Oil (WTI): Prossimo Innesco Di Onda 4

S2: 22.72     S1: 27.11     R1: 36.12     R2: 45.13

Prepotente affondo per il Crude-Oil dopo lo strappo in seno all’OPEC tra Arabia E Russia, con le quotazioni crollate segnando in minimo a 27,34,  livello impensabile fino a due settimane fa.  Volatilità in aumento anche per il greggio, quindi,  con i prezzi spinti fuori dalla regressione in essere dai massimi dell’estate 2018 e costretto a lavorare su 3 Standard Deviation, rispetto a quella che ha caratterizzato i prezzi fino a metà febbraio.  A questo punto la struttura dichiara esaurita Onda 3 del processo impulsivo ribassista iniziato all’inizio del 2020, incastrando lo sviluppo attuale come onda 4 reattiva e con target stimato in area 37.35-40.50. Avremo modo di valutare dei gradi di estensione della stessa, che allo stato attuale non sembrano volersi proporre.

PALLADIO (XPDUSD): Volatilità In Forte Aumento

S2: 1,274.56     S1: 1,553.19     R1: 2210.78     R2: 2,868.37

I prezzi del Palladio sono stati nuovamente attratti nel canale di regressione in essere dai minimi di Maggio 2019, esprimendo tuttavia maggiore volatilità in fase di downside e lavorando rispetto alla retta di regressione su 3 Standard Deviation, intercettando livelli di equilibrio a 2,340, dopo lo shooting di ieri. Amplificata quindi la risposta negativa dell’Oro, in forza di liquidazioni totali che vengono registrate senza distinzione di genere sui mercati finanziari.

In coerenza con le implicazioni tecniche assunte, le possibili evoluzioni di breve sono:

  1. Tenuta del profondo supporto a 1,703 con allunghi sulla resistenza più immediata vista a 2,011.
  2. Scivolamento sotto il supporto a 1,703 con scivolamento a 1,553.

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.