Mercat Alla Ricerca Di Un Vaccino

0 222

CRUDE OIL (WTI Oil): Supporti A Rischio

S2: 48.33     S1: 49.11     R1: 51.35     R2: 53.59

Come anticipato nel report precedente, le quotazioni del WTI si sono riproposte in flessione definendo Onda 4 ribassista, del processo impulsivo in essere dai massimi di Gennaio a 65.65. Il supporto a 49.35 è attualmente identificato dalla base inferiore del canale di regressione in essere dall’Aprile 2019 che, se ulteriormente attaccato potrebbe cedere, aggregando nuove vendite e generare nuovo boost ribassista con primo Target a 48.33. Su quel livello avremo una fase di transizione tecnica con frenata del ribasso e potenziale reazione, ma l’importanza della rottura di quota 49.35 prenderebbe il sopravvento con conferma di Onda 5. Avremo modo di seguire gli sviluppi nel prossimo report.

wti oilS&P500 (SPX500):  Correzione O Inversione?

S2: 3,036.40     S1: 3,082.30     R1: 3,210.50     R2: 3,338.80

Aggressiva flessione per l’indice S&P500 che nel giro di due sedute torna a ridosso dei minimi di dicembre, un appuntamento tecnico estremamente importante perché in area 3,080, oltremodo identificata dalla base inferiore del canale di regressione originato sui minimi del dicembre 2018, il più capitalizzato indice americano mostrerà la sua reale tenuta di fondo, dettando la via alle borse internazionali. Sul breve quindi sono concrete la possibilità di una frenata del ribasso con brusca inversione verosimilmente da quota 3,082. Determinante sarà lo Short Covering, anche perché sul fronte degli utili i dati comunicati dalle società quotate confermano un mood positivo.

Per quanto scritto le possibili evoluzioni sul breve sono:

  1. Reazione immediata al test si quota 3,080.
  2. Ulteriore scivolamento per inerzia fino a quota 3,036.

spx500

EURUSD (EURUSD): Ritorno Di Forza Per l’Euro

S2: 1.081     S1: 1.084     R1: 1.0903     R2: 1.096

E’ ancora prematuro asserire che l’Euro possa trovarsi alle soglie di una inversione rialzista contro il Dollaro, ma certo è che la vicinanza dei supporti strategici di lungo periodo intercettati a quota 1.050 sta portando un’estrema reattività alla valuta europea, attualmente alle prese con un movimento secondario ad incastrare Onda 4 di un sotto ciclo impulsivo originato sui massimi di inizio anno a 1.123. Target del movimento attuale sarebbe la zona di transizione tecnica in area 1.097 ad incrociare la retta di regressione originata a settembre 2018.

In coerenza con le implicazioni tecniche assunte, le possibili evoluzioni di breve sono:

  1. Reazione con target minimale a quota 1.092.
  2. Continuazione della fase rialzista fino a quota 1.099 prima di prendere beneficio.

eurusd

START TRADING

or practice on DEMO ACCOUNT

Trading CFDs Involves high risk of loss

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.